Piccoli Respiri di Normalità: le tappe della Mostra in Italia

Mostra Fotografica

Piccoli Respiri di Normalità

Raccontare la vita con il cancro al polmone attraverso 20 scatti

Da lunedì 4 febbraio 2013 all’Ospedale San Luigi Gonzaga– Orbassano (TO)

Il tumore al polmone è un killer silenzioso che uccide una persona ogni 30 secondi, al contempo tante altre persone sono affette da questa terribile patologia e la affrontano caparbiamente supportati da amici e familiari, dai medici e gli infermieri. Walce Onlus, grazie al supporto di Astrazeneca, ha realizzato la mostra fotografica “Piccoli Respiri di Normalità”: 20 scatti del fotografo Massimo Mastrorillo (World Press Photo 2005, International Photographer of the Year 2007), per raccontare la quotidianità di Barbara, Daniela e Denis, tre persone cui è stato diagnosticato il tumore al polmone. Venti immagini per raccontare come la malattia cambi le priorità della vita e l’importanza attribuita al presente, alle piccole cose di ogni giorno.
La mostra, che ha un’anima virtuale ed è online sul sito https://www.womenagainstlungcancer.org/mostra-fotografica/, verrà esposta in diverse oncologie in tutta Italia. La prima tappa è la sede dell’Associazione Walce Onlus presso l’AOU San Luigi Gonzaga di Orbassano dove i venti scatti d’autore saranno in esposizione nei corridoi dell’Ospedale da lunedì 4 a domenica 10 febbraio.

“Piccoli Respiri di Normalità” vede coinvolti direttamente “I pazienti, protagonisti della mostra – commenta la dottoressa Silvia Novello, presidente dell’associazione WALCE Onlus (Women Against Lung Cancer in Europe) – Così Barbara, Daniela e Denis fanno da tramite per dare consapevolezza a tante altre persone con tumore al polmone, trasmettendo a cascata un messaggio positivo e condividendo esperienze sicuramente comuni a molti altri pazienti ma che a volte sono difficili da comunicare. L’associazione Walce ha aderito al progetto perché se il paziente conosce il ‘mostro’ che deve combattere, lo affronta meglio, con più forza e determinazione. Uno degli strumenti per migliorare la qualità di vita dei pazienti e dei famigliari è la consapevolezza,che rende più semplice affrontare la malattia, le procedure da affrontare e le terapie”.
Un’esperienza importante quella della mostra, come ha ricordato anche il fotografo Massimo Mastrorillo, “È raro avere una così forte empatia con persone sconosciute, in così breve tempo. Non è stata la malattia a legarci, ma la loro normalità, la loro trasparenza. Mi hanno permesso di leggere le loro vite, di percepire il respiro che emanava dalle loro vicende”.

Le tappe della mostra:

AOU San Luigi Gonzaga – Orbassano (TO); 14th European Congress: Perspectives in Lung Cancer – Torino; SC Oncologia – ASO SS Antonio e Biagio e C. Arrigo – Alessandria; S.C. Oncologia – Ospedale Regionale U. Parini – Aosta; Oncologia Medica – AOU Integrata di Verona; Oncologia – Azienda Ospedaliera San Croce e Carle – Cuneo; Pneumologia – Ospedale Regionale – Bolzano; Oncologia – CRO Aviano – Pordenone; Oncologia – Ospedale Addolorata – Roma; Unità di sperimentazioni cliniche – Istituto Nazionale Tumori “Fondazione G. Pascale” – Napoli; Oncologia – Policlinico di Sassari; Oncologia Medica – Ospedale Cannizzaro – Catania; Unità Operativa di Oncologia Medica e Sperimentale – Istituto Tumori “Giovanni Paolo II” – Bari; Convegno Nazionale AIOM – Milano; Oncologia Medica – Ospedale di Montecchio Maggiore – Vicenza; DH Onco-Ematologico-Internistico – Presidio Ospedaliero E. Morelli AOVV – Sondalo (SO).

 Guarda le venti fotografie della mostra “Piccoli Respiri di Normalità” sul sito di Walce

Lascia un Commento

Aggiungi immagini al commento cliccando qui. Le immagini devono essere caricate su un proprio account Flikr Picasa o su un sito della scuola o istituto.